SINDROME BRACHICEFALICA

Image

BAOS


Per BAOS s’intende la sindrome ostruttiva respiratoria dei cani brachicefali.
Viene definita Sindrome proprio perchè il problema respiratorio nasce da fattori multipli che possono coesistere in uno stesso paziente.
Il palato molle lungo, narici chiuse, turbinati ectopici, cartilagini pterigopalatine strette, stenosi della trachea, sono condizioni anatomiche che condizionano il flusso d’aria inalato provocando un insulto continuo sulle cartilagini laringee che, di conseguenza, diventano, nei casi più gravi, edematose fino al collasso di terzo grado. In questi pazienti si riscontra inoltre con una certa frequenza ernia iatale o incompetenza cardinale che inducono facile reflusso esofageo, favorendo, quindi, processi infiammatori laringei e rigurgiti frequenti.
La stadiazione del paziente viene fatta intorno all’anno di età.
Viene eseguita una videoendoscopia dell’adito laringeo, del rinofaringe, della trachea e dell’esofago. Questo ci consente di intervenire con anticipo su alcuni difetti che, se riscontrati e corretti in giovane età, consentono al cane di prevenire il collasso laringeo e garantire una migliore qualità di vita.
I rumori respiratori prodotti dalle razze brachicefale (bouledogue francese, bulldog iInglese, carlino etc) e di alcune altre razze, quali il Cavalier King e il Chihuahua, non sono da considerarsi “normali perchè loro respirano cosi” .
Il rumore indica un problema che va assolutamente affrontato per consentire al cane di respirare meglio e avere una vita più dinamica e felice.
 

Privacy Policy / Cookie Policy