displasia anca cane La displasia dell’anca e del gomito nel cane

La displasia dell’anca e del gomito nel cane

La displasia dell’anca e del gomito nel cane.

La displasia dell’anca e del gomito nel cane

Che cos’è la displasia dell’anca e del gomito nel cane?

La displasia dell’anca e del gomito nel cane (nota anche come CHD ovvero Canine Hip Dysplasia) è una patologia che coinvolge l’articolazione coxofemorale, situata tra la cavità dell’acetabolo del bacino e la testa del femore. 
È una malattia dell’accrescimento che provoca incongruenza e instabilità articolare con conseguente sub-lussazione o lussazione della stessa e quindi usura ed erosione delle cartilagini interessate.
Il bacino del cane muovendosi scorrettamente, porta a processi artrosici deformanti che possono compromettere molto seriamente la qualità di vita del nostro amico a quattro zampe.

 

Chi è predisposto? 


La displasia dell’anca e del gomito è considerata una patologia a eziologia multifattoriale con una componente ereditaria predominante e può affliggere cani di ogni razza e taglia.
La possiamo riscontrare sia nei soggetti di taglia media come ad esempio il border collie e il cocker, che nei soggetti di taglia medio-grande e gigante come ad esempio il pastore tedesco e australiano, il labrador, il golden retriever, l’alano, il san bernardo, il weimaraner etc.


Che terapia esiste?


L’approccio terapeutico nella displasia dell’anca varia in base a diversi fattori:        età, grado di gravità della patologia, coesistenza di altre patologie etc. 
Gli approcci terapeutici sono la terapia conservativa, la terapia farmacologica, la terapia chirurgica e la fisioterapia.
I principali obiettivi che ci poniamo sono: la riduzione del dolore, il mantenimento o il miglioramento della funzionalità articolare e se possibile, il rallentamento della progressione della patologia articolare degenerativa.


Quando è opportuno fare una visita? 


È una malattia ereditaria che non è presente alla nascita del cane, ma si evidenzia nella fase di accrescimento delle articolazioni.
La CHD può essere diagnosticata, in base alla razza, già nei primi mesi di vita del cane, mentre l’assenza della patologia può essere accertata solo dopo il completamento dello sviluppo scheletrico. 
Per una corretta diagnosi di displasia dell’anca sono necessari sia rilievi clinici che una visita ortopedica che prevede dei test a paziente sveglio e anche test e radiografie con il paziente sedato. 
Contatta la nostra struttura per conoscere il periodo più indicato per il tuo cucciolo per effettuare la visita ortopedica preventiva. 

Prenota una visita per il tuo cane