Giardia cane. La Giardia nel cane, sintomi e cure.

La giardia è un parassita intestinale che causa molti disturbi nei nostri cani: scopriamo insieme quali sono i sintomi, come individuarlo ed eliminarlo. giardia cane, terapia giadia cane

giardia cane sintomi terapia

giardia cane, giardia sintomi, giardia cane terapia

La giardia è un protozoo flagellato tellurico che si insedia nell’intestino di cani e gatti e può essere trasmessa anche all’uomo. E’ infatti uno zoonosi, si trasmette per via oro-fecale e si manifesta, seppure in rari casi, nell’uomo.  

Come agisce la Giardia?

I protozoi aderiscono alla mucosa intestinale dei cani e dei gatti e alterano il processo di assorbimento. I protozoi quindi si riproducono, le uova vengono espulse con le feci e il ciclo inizia nuovamente. I soggetti infestati eliminano con le feci enormi quantità di cisti per diversi mesi. Le cisti ovoidali sono molto resistenti e riescono a sopravvivere a lungo e questo è il motivo per cui la giardiasi è molto difficile da debellare ed è molto diffusa negli allevamenti.

Dove si contrae?

La Giardia, essendo, come già specificato, un protozoo tellurico, è molto diffusa nei parchi, nelle aree cani, nei prati, nelle città e sopravvive anche nelle acque stagnanti (pozzanghere e acque non potabili)  e colpisce in prevalenza i cani, proprio perché hanno un contatto più frequente con ambienti in promiscuità con pluralità di soggetti e su terreni contaminati. 

Il numero di casi positivi in Italia è in forte aumento a causa dell'importazione di cuccioli che arrivano nel nostro paese ammalati e portatori di molte parassitosi.

I sintomi della Giardia

Si manifesta soprattutto con diarrea maleodorante (odore sulfureo) con muco, talvolta con rialzo febbrile, letargia, flatulenza e con segnali di abbattimento e dimagrimento. In altri casi, soprattutto nei cani adulti,  la giardia è ben tollerata dall’organismo ed è solitamente asintomatica. La giardiasi inizia a manifestarsi con evidenza se la giardia è presente in modo massiccio. In particolare i cuccioli e i cani anziani sono più esposti e in essi causano degli effetti più gravi. 

Come si individua la Giardia?

Tramite un test (una snap -test o per flottazione) specifico fecale, eseguito dal veterinario di fiducia che evidenzia la presenza del parassita. L’esito lo si ottiene in pochi minuti. Il test è altamente consigliato ai cuccioli soprattutto prima delle vaccinazioni e se provengono da allevamenti.

Come si tratta? Qual è la terapia?

E’ necessario procedere con una terapia specifica tramite alcuni farmaci che prescrive il veterinario

Una volta sottoposto al trattamento si assiste alla scomparsa del parassita e, naturalmente, dei sintomi connessi..

Tuttavia il pericolo di reinfestazione è altissimo, sia per cause ambientali (frequentazione di ambienti infetti) sia per un contagio dovuto ai fenomeni di coprofagia, soprattutto nei cuccioli, o per la persistenza delle cisti di giardia attorno all’ano, sul pelo.

L’esame va ripetuto per conferma almeno uno-due mesi dopo il termine della terapia.

Si consiglia di effettuare l’esame coprologico specifico e i successivi controllo a tutti gli animali presenti nel medesimo nucleo familiare.

Come si previene la giardiosi?

Non è facilmente evitabile, essendo diffuso in aree ad alta frequentazione dei cani (aree cani, pozzanghere, parchi, ecc.) tuttavia si può tentare di evitare che i cani bevano l’acqua delle pozzanghere o di corsi d’acqua non puliti e ai cuccioli che ingeriscano le proprie feci.

Prenota una visita per il tuo cane.